Il Teatro della Memoria

Il Teatro della Memoria
Updated: 30 min 16 sec ago

Los docentes de la edición 2014: Federico Marincola, Laúd renacentista y Guitarra barroca

9 June 2014 - 1:37pm

El curso está abierto a los principiantes y a los alumnos más avanzados. Se discutirán y profundizarán los aspectos técnicos e interpretativos del repertorio de laúd renacentista y de la guitarra barroca. Se admiten también los estudiantes de guitarra clásica que desean ahondar con su instrumento en el repertorio antiguo.

Federico Marincola, nacido en Roma, después de haber estudiado guitarra clásica, ha seguido los cursos de laúd del Conservatorio “Sweelinck” de Amsterdam y del Royal College of Music de Londres, donde se ha graduado en liuto y música antigua. Se ha sucesivamente graduado summa cum laude en la Facultad de Sociología de la Universidad de Urbino y se ha diplomado en laúd con la votación máxima en el Conservatorio “S. Cecilia” de Roma. Además ha conseguido el diploma de Canto en el Conservatorio de Música de Menton (Francia), especializándose en el repertorio vocal renacentista y barroco. Desde hace más de veinte años desarrolla una intensa actividad (Europa, América y Asia) como solista, en ensemble y en orquesta. Además de haber participado en numerosas grabaciones tanto en orquesta como en ensemble, ha realizado en calidad de solista varios CD de laúd y guitarra renacentista publicados por la etiqueta discográfica Verany-Arion. Estos últimos trabajos han sido acogidos con entusiasmo por la crítica internacional, y la revista francesa Diapason le ha reconocido como uno de los mayores intérpretes mundiales en el marco de la discografía laudística renacentista.

Descargar reglamento y quotas del taller.


Categories: Dance

I docenti dell’edizione 2014: Paolo Tagliapietra, Accompagnatore al Cembalo

9 June 2014 - 10:48am

Paolo Tagliapietra, nato a Torino nel 1960, ha conseguito i diplomi di Pianoforte, Musica corale e Direzione di coro, nonché il perfezionamento in Musica da camera presso l’Accademia di Santa Cecilia. Ha studiato Organo, Composizione e Direzione d’orchestra. Premiato in numerosi concorsi di esecuzione musicale, si interessa ai più vari aspetti della musica: dal repertorio strumentale colto alla vocalità corale sacra e profana, alla musica tradizionale di paesi lontani come Armenia, Russia e Giappone, ma anche alla tradizione napoletana e al contemporaneo. Molto interessato alla musica del Rinascimento e del barocco, è stato direttore, continuista e maestro al cembalo in gruppi di musica antica, ma anche pianista e direttore di numerosi gruppi vocali e strumentali, come l’ensemble “Voci italiane”, col quale ha tenuto concerti in vari paesi del mondo, eseguendo trascrizioni e adattamenti a più voci del repertorio napoletano dell’Ottocento. E’ impegnato come pianista accompagnatore presso l’Accademia Nazionale di Danza. Ha tenuto concerti in tutto il mondo, come pianista, organista, direttore.

Informazioni complete sui costi del corso e scheda d’iscrizione disponibili a questo link.


Categories: Dance

The teachers of the 2014 edition: Marco Rosa Salva, Recorder

7 June 2014 - 4:18pm

The course is open to students of any level and will deal specifically with the music in Venice in the early 17th century, with particular attention to Harmonice Musices Odhecaton, the books of frottolas published by O. Petrucci and to Opera nova de balli by F. Bendusi (enrolled students can receive beforehand some of the course materials). Students may suggest pieces of their choice – not stricly inherent to the main subject of the course – for the individual classes. A certain number of replicas of historical instruments will be avaiable for the ensemble class.

Marco Rosa Salva studied recorder with Aldo Bova in Venice and with Pedro Memelsdorff in Bologna, where he also graduated with a dissertation of Musical Dramaturgy. He has achieved a vast concert activity, collaborating with many medieval, Renaissance and baroque ensembles, such as Sonatori della Gioiosa Marca, Accademia di S. Rocco – Venice Baroque Orchestra, Cappella Ducale di Venezia, Pastime, Ensemble Antonio Draghi, Cappella della Pietà dei Turchini, L’Aura Soave, Il Complesso Barocco, Consort Veneto, I Barocchisti, Delitiae Musicae, Il Viaggio Musicale, La Venexiana, En Chordais, Cantar Lontano, performing in Italy, Europe, Turkey, United States, Mexico, China, in festivals among which Megaron Musica (Thessaloniki), Silk Road Festival, (Hong Kong), Gubbio Arte Medievale, Festival de Sablè, Settimane musicali al Teatro Olimpico (Vicenza), St. Galler Festspiel, Tage alter Musik (Regensburg), Lufthansa Festival (London), Festival di Cremona, Trentomusicantica, Notti malatestiane (Rimini). He has recorded for RAI, ORF and for the labels Stradivarius, Echo, Fonit Cetra, Tactus, Nuova Era, Skira, Naxos, Opus 111, Glossa. With the ensemble La Girometta (as a player of recorder and director) he deals in particular with the reconstruction of Italian 15th  Century dance music, producing shows, masterclasses and lecture demonstrations. He teaches at Scuola di Musica Antica di Venezia since 1993 where since 1998 he holds the post of director; he teaches courses and seminars at several Conservatories in Italy and abroad and at Italian Universities.

Info about the workshop costs and registration form are available at this link.


Categories: Dance

I docenti dell’edizione 2014: Mauro Morini, Trombone rinascimentale e barocco

7 June 2014 - 11:14am

Il corso è rivolto sia ai principianti che agli allievi più avanzati che vogliano affrontare o approfondire lo studio e la pratica del trombone seguendo un percorso di carattere storico ed estetico. Il periodo preso in considerazione sarà quello rinascimentale e barocco, senza però escludere ampliamenti e/o collegamenti con altri periodi. Saranno presi in considerazione gli aspetti relativi alla prassi esecutiva, alle problematiche tecniche ed esecutive, all’aderenza storica ed estetica nella conoscenza ed esecuzione del repertorio affrontato, e temi quali l’articolazione e il fraseggio sulla base delle testimonianze ed indicazioni desunte dai trattati dell’epoca. Sono ammessi anche gli studenti di trombone moderno che desiderino approfondire il repertorio antico sul loro strumento.

MAURO MORINI Si è diplomato al Conservatorio “F. Morlacchi” di Perugia con il M° C. Menci, studiando successivamente con B. Slokar, E. Bezalel, R. Sauer, P. Goodwin e, per la musica antica, con D. Bellugi alla Scuola di Musica di Fiesole e B. Dickey e Ch. Toet all’Accademia Musicale Chigiana (Diploma di Merito) e alla Schola Cantorum Basiliensis – Hochschule für Alte Musik di Basilea. Ha svolto un’intensa attività artistica in Italia, e in molti paesi dell’Europa, del bacino del Mediterraneo e delle Americhe. E’ regolarmente presente nelle più importanti sale da concerto e Festival Internazionali con prestigiosi ensemble e direttori di rilievo internazionale. Con il trombone moderno ha spaziato dal repertorio cameristico a quello lirico-sinfonico in orchestra e a formazioni jazz. L’interesse per il repertorio e la prassi esecutiva con strumenti storici lo ha portato a dedicare ampio spazio della propria attività a questo settore, nel quale si è dedicato al periodo che va dal tardo Medioevo fino a tutto l’Ottocento. Sempre in questo settore ha tenuto seminari presso i Conservatori di Rovigo, Brescia e Novara, è stato docente presso il dipartimento di musica antica del Conservatorio di Ferrara ed ai corsi di Perfezionamento di Rovigo Musica Antica nel 2010 e 2012. Suona vari strumenti rappresentativi della storia e dell’evoluzione tecnico-musicale del proprio strumento: buisine, tromba da tirarsi, trombone storico (rinascimentale-barocco-classico), serpentone, tromba bassa a cilindri e trombone a cilindri sec XIX. Ha effettuato registrazioni televisive e radiofoniche e numerose incisioni discografiche con ottime recensioni dalla stampa specializzata ed importanti premi e riconoscimenti internazionali tra i quali: 5 Goldberg, 10 Répertoire, ffff Télérama, Choc du Disque, Diapason d’or de l’année 2005, Gramophone Award 2008. Titolare della cattedra di Trombone presso il Conservatorio “F. Venezze” di Rovigo, è attualmente docente della stessa cattedra presso il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze.

Informazioni complete sui costi del corso e scheda d’iscrizione disponibili a questo link.


Categories: Dance

I docenti dell’edizione 2014: Federico Occhiodoro, Percussioni

6 June 2014 - 4:36pm

Il corso verterà sulle tecniche basilari di alcuni degli strumenti a percussione più utilizzati nell’ambito della musica tardorinascimentale e barocca, con particolare attenzione all’accompagnamento della danza. Saranno trattati: tamburi a cornice con tecnica azera, tamburelli italiani, bodhràn, tamburo imperiale, tamburello basco, darbouka. Il corso è aperto ad allievi di ogni livello, ed è anche possibile strutturare le lezioni su di un percorso di sensibilizzazione ritmica, in particolare per studenti non percussionisti. In dotazione ci sarà un numero limitato di strumenti, pertanto gli studenti sono invitati a portare i propri.

Federico Occhiodoro compie gli studi classici in conservatorio con il massimo dei voti, specializzandosi nell’ambito della musica contemporanea e del repertorio orchestrale. Parallelamente all’attività in ambito di musica colta, studia percussioni etniche, come allievo di Ninad Massimo Carrano. Approfondisce la tradizione afrocubana e gli strumenti del bacino del mediterraneo. Studia il bodhràn, tamburo tradizionale irlandese, a Dublino con David Burns. Da molti anni collabora con l’Ensemble Strumentale del Teatro della Memoria.

Informazioni complete sui costi del corso e scheda d’iscrizione disponibili a questo link.


Categories: Dance

The teachers of the 2014 edition: Ilaria Sainato, European Dances of the 17th and 18th Century

6 June 2014 - 12:00pm

Les jours amusants, dances de bal et de ballet
The course is aimed towards dancers, musicians and whoever  wishes to approach or to further the knowledge of baroque dance technique.  The theoretical and practical classes feature warm-up, study of basic choreutic technique and of choreographies, mainly reconstructed from the Beauchamp–Feuillet notation; part of the classes will be devoted to questions pertaining sources, dance notation and treatises, choreographic repertory. During the study of choreograpies, particular attention will be given to the connection and integration between music and dance, with reference to problems of performance of dance music. The choregraphies, that will be chosen by the teacher according to the level and the needs of the participants, will be taken from the treatises by  J. Playford, R.–A. Feuillet, J. Essex, M. Gaudrau.

Ilaria Sainato graduated in Musicology at the Università degli studi di Pavia-Cremona, with a dissertation in Phylology about Italian dance of the Quattrocento. She has studied Renaissance and Baroque dance with Veronique Daniels, Barbara Sparti, Deda Cristina Colonna, Ana Yepes. She teaches Renaissance dancing at Scuola di Musica Antica di Venezia and gives courses and theoretical-practical seminars at schools, institutions and associations in Italy and abroad. She organizes shows about dance of the 15th to 17th Century in collaboration with several ensembles and companies; in particular with La Girometta she deals with the reconstruction of Italian dance repertory of the Quattrocento and Cinquecento from the original treatise sources taking in to account their musical concordances. She has extended her research to problems in reconstructing 17th and 18th Century theatrical performance with music, in particular regarding staging and gesture, collaborating to several stage productions such as  Don Giovanni by W. A. Mozart, Il Ballo delle Ingrate by C. Monteverdi, La Fida Ninfa by A. Vivaldi, Atalanta Fugiens by M. Maier, Flavio Cuniberto by G. D. Partenio; she has also directed this latter. She has been assistant direcctor for: Mulier Fortis by J. B. Staut, The Fairy Queen by E. Purcell and Così fan tutte by W. A. Mozart (directed by Deda Cristina Colonna), Madama Butterfly and Turandot by G. Puccini (directed by Hiroki Ihara), Rigoletto by G. Verdi (directed by Ivan Stefanutti), Sonnambula by V.Bellini (directed by Stefano Vizioli). She collaborates with As.Li.Co. – Teatro Sociale di Como as Stage Manager.

Full info about the workshop costs and registration form are available at this link.


Categories: Dance

I docenti dell’edizione 2014: Angela Paletta – Oboe barocco e QiGong

5 June 2014 - 8:03pm

Il corso è aperto ad amatori e professionisti che vogliano avvicinarsi al repertorio barocco e classico, sia con lo strumento moderno che con quello dell’epoca. Il programma si incentrerà sulle problematiche esecutive ed interpretative e sulla tecnica di costruzione delle ance. Particolare attenzione verrà data allo studio della respirazione con esercizi mirati di QiGong. Le lezioni, individuali e collettive, mirano allo studio del repertorio solistico e cameristico del periodo, sia nel repertorio sacro che in quello profano in eventuale collaborazione con le classi di canto e di danza nonchè con quella di teatro. Sarà possibile concordare un repertorio solistico su proposta degli allievi. Alcuni strumenti da studio – gentilmente forniti dal costruttore Alberto Ponchio – saranno a disposizione degli studenti che non ne avessero uno; si consiglia comunque, se possibile, di portare il proprio.

Angela Paletta,  dopo il diploma in oboe conseguito presso il Conservatorio “A. Boito” di Parma, si è perfezionata con I. Goritzki, P. Pollastri, P.W. Feit, P. Grazzi e A. Mion. Collabora con diverse Orchestre,sia come oboe che come corno inglese, tra cui: Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, Orchestra Sinfonica “G. Verdi” di Milano, Orchestra “Mozart”di Milano (presso la quale ha ricoperto il ruolo di responsabile d’orchestra), Orchestra Filarmonica di Verona, Orchestra del Festival “T. Varga” di Sion (Svizzera), Orchestra Filarmonica di Torino, sotto la guida di direttori e solisti di chiara fama quali H. Schiff, T. Varga, J. Horowitz, G. Cassone, Y. Kless. M. Rogliano, V. Sardelli. Ha al suo attivo numerosi concerti di musica da camera con il Trama Ensemble e con diverse formazioni cameristiche in Italia e all’estero. Dal 2001 collabora come corno inglese e come primo oboe con l’Orchestra Sinfonica di Adria (RO) e con la Silver Symphony di Padova e dal 2006 con l’Orchestra “G. Verdi” di Parma e con l’Orchestra da Camera “F. Gonzaga” di Mantova. Con quest’ultima nel maggio 2010 ha inciso il concerto per oboe e archi di A. Marcello. Molto attiva per quanto riguarda la musica da camera e gli strumenti d’epoca, collabora regolarmente con diversi gruppi di musica antica tra cui l’Accademia di Musica Antica di Bazzano (BO), con l’Orchestra Barocca di Berna e con l’Associazione “Il Teatro della Memoria” di Roma. E’ docente di Oboe presso la Scuola di Musica “Rinaldi” di Reggiolo e l’Associazione Musicale ”Santa Cecilia” di Reggio Emilia.

Informazioni complete sui costi del corso e scheda d’iscrizione disponibili a questo link.


Categories: Dance

Los docentes de la edición 2014: Marco Rosa Salva, Flauta dulce

5 June 2014 - 7:44pm

El curso está abierto a los alumnos de todos los niveles. Tema específico será la música en Venezia en los comienzos del siglo XVI, con particular referencia al Harmonice Musices Odhecaton, a los Libros de Frottole publicados por O. Petrucci y a la Opera nova de balli de F. Bendusi (los participantes al curso podrán recibir de antemano  los materiales relativos al curso). El curso incluye clases individuales y de ensemble con instrumentos copias de originales (si necesario algunos instrumentos estarán a disposición de los alumnos). Sin embargo los alumnos podrán proponer para las clases individuales piezas de su elección, aunque no pertinentes al argumento principal del curso.

Marco Rosa Salva ha estudiado flauta dulce con Aldo Bova en Venecia y con Pedro Memelsdorff en Bolonia, ciudad en que se ha graduado con una tesis en dramaturgia musical. Ha realizado una intensa actividad concertística, colaborando con muchos ensembles de música medieval, renacentista y barroca entre los cuales cabe destacar Sonatori della Gioiosa Marca, Accademia di S. Rocco – Venice Baroque Orchestra, Cappella Ducale di Venezia, Pastime, Ensemble Antonio Draghi, Cappella della Pietà dei Turchini, L’Aura Soave, Il Complesso Barocco, Consort Veneto, I Barocchisti, Delitiae Musicae, Il Viaggio Musicale, La Venexiana, En Chordais, Cantar Lontano. Se ha exhibido en Italia, Europa, Turquía, Estados Unidos, México, China, en festivales como Megaron Musica (Salónica), Silk Road Festival, (Hong Kong), Gubbio Arte Medievale, Settimane musicali al Teatro Olimpico (Vicenza), St. Galler Festspiel, Tage alter Musik (Regensburg), Lufthansa Festival (Londres), Festival di Cremona, Trentomusicantica (Trento), Notti malatestiane (Rimini). Ha realizado grabaciones para la RAI, para la ORF y para las etiquetas Stradivarius, Echo, Fonit Cetra, Tactus, Nuova Era, Skira, Naxos, Opus 111, Glossa. Con el ensemble La Girometta (en calidad de Flautista y director) se ocupa de la reconstrucción del repertorio de la música para danza del siglo XV italiano realizando espectáculos, masterclasses y lecciones-concierto. Enseña en la Scuola di Musica Antica Venecia desde 1993 y desde 1998 es su director; imparte cursos y seminarios en conservatorios italianos y extranjeros y en Universidades italianas. 

Descargar reglamento y quotas del taller.


Categories: Dance

The teachers of the 2014 edition: Rosanna Rossoni, Renaissance and Baroque singing

4 June 2014 - 9:41pm

The course is addressed towards anyone interested in the study of the psychomotorial aspects of vocal emission and of the stylistic and interpretative aspects of the Renaissance and Baroque repertory; it features individual and collective classes. Part of the course will focus on the works by Claudio Monteverdi. Registered students may also agree with the teacher on other pieces proposed by them.

Rosanna Rossoni, born in Rome, has studied with Magda Laszlo e Gianni Socci. She started her early music activity in small vocal ensembles; from 1985 she devoted herself to the solo repertory as an alto. She has collaborated with several ensembles such as Musica Rara, Teatro Armonico, Florilegium Musicae; with the Renaissance vocal ensemble  Cantori di Lorenzo from Florence she took part in 1994 in the Palestrina celebrations under the direction of Tallis Scholars’ director Peter Phillips. By virtue of her formation and her intense concert activity she has become one of the reference points for early music in Rome. She has developed a deep knowledge of early music vocal technique and performance style, with particular reference to the Italian Baroque and the theory of diminutions on the madrigal. She also devoted herself to chamber music and to Lied, collaborating with Aldo Cupane, Claudio Anguillara and Alvaro Lopes-Ferreira, with whom she often presented premières or rarely performed works in concert. In 2003 she was awarded the teacher’s training title at the International School of Functional Voice in Boston, directed by Norma Giustiani. In 2012 she featured as solo alto and vocal trainer for the recording of Salmi per il Vespro della Beata Vergine di Loreto by Isabella Leonarda with Florilegium Musicae directed by Remo Guerrini. Besides her performing activity, she developed a major didactic activity – also through masterclasses for teachers and singers – on the use of the voice through body awareness; she collaborates with several ensembles in the role of vocal trainer on the emission technique and on the stylistic aspects of the Renaissaince and Baroque. Since 1999 she features in the cast of the company Dosto & Yevski with the stage name of Donna Olimpia, carrying out an intense activity with several tours in Italy, Europe, Asia and Southern America.

Info on the workshop costs and registration is available at this link.


Categories: Dance

I docenti dell’edizione 2014: Federico Marincola, Liuto rinascimentale e chitarra barocca

3 June 2014 - 9:52am

Il corso è aperto sia ai principianti che agli allievi più avanzati. Verranno discussi e approfonditi gli aspetti tecnici e interpretativi del repertorio del liuto rinascimentale e della chitarra barocca. Sono ammessi anche gli studenti di chitarra classica desiderosi di approfondire il repertorio antico sul loro strumento.

Federico Marincola, nato a Roma, dopo aver studiato chitarra classica ha seguito i corsi di liuto del Conservatorio “Sweelinck” di Amsterdam e del Royal College of Music di Londra, dove si è diplomato in liuto e musica antica. Si è in seguito laureato con lode presso la facoltà di Sociologia dell’Università di Urbino e diplomato in Liuto con il massimo dei voti presso il Conservatorio S. Cecilia di Roma. Ha inoltre conseguito il diploma di canto presso il Conservatorio di Musica di Menton (Francia), specializzandosi nel repertorio vocale rinascimentale e barocco. Da più di venti anni svolge un’intensa attività concertistica (Europa, Americhe ed Asia) come solista, in ensemble e in orchestra. Oltre ad aver partecipato a numerosissime incisioni sia in orchestra che in ensemble, ha realizzato vari CD solistici di liuto e chitarra rinascimentale per la casa discografica Verany-Arion. Questi ultimi lavori sono stati entusiasticamente accolti dalla critica internazionale, e la rivista francese Diapason lo ha riconosciuto come uno dei maggiori interpreti mondiali per quanto riguarda la discografia liutistica rinascimentale.

Informazioni complete sui costi del corso e scheda d’iscrizione disponibili a questo link.


Categories: Dance

The teachers of the 2014 edition: Paolo Di Segni, 19th Century social dances

2 June 2014 - 1:43pm

Paris qui danse! Danse de salon
The course, open to students of all levels, features the study of the technique and the basic steps of 19th century dance and the teaching of dances from the treatises by E. Giraudet, H. Cellarius, F. Paul.

Paolo Di Segni, born in Switzerland and introduced to music and rhithmics by L. Di Segni-Jaffé (Jaques Dalcroze method), has studied pianoforte and violoncello. He specialized in historical dancing under the guidance of  B. Sparti, F. Lancelot, S. Wynne and has been a member of Gruppo di Danza Rinascimentale di Roma; with this and with other early dance groupos he has taken part in many concert tours in Italy and abroad. He devotes himself to the reconstruction and popularization of historical dances, in particular those of the 19th Century. He curated TV programs on the Quadrille for TeleMontecarlo, taken part in Telethon ’97 e ’98, held seminars at the Scuola di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma, in Catania at Balletto di Sicilia and in Naples. He collaborated with Orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari and with Associazione Dimensione Polifonica towards the realization of events for the city of Naples.

Info on the workshop costs and registration is available at this link.


Categories: Dance

I docenti dell’edizione 2014: Marco Rosa Salva, Flauto dolce

1 June 2014 - 12:07pm

Il corso è aperto ad allievi di ogni livello. Argomento specifico sarà la musica a Venezia nel primo Cinquecento, con particolare rifermento all’Harmonice Musices Odhecaton, ai libri di frottole pubblicati da O. Petrucci e all’Opera nova de balli di F. Bendusi (gli iscritti potranno ricevere anticipatamente materiali relativi al corso). Il corso prevede lezioni individuali e di ensemble su strumenti copie di originali (all’occorrenza alcuni strumenti saranno messi a disposizione dei corsisti). Gli allievi potranno in ogni caso proporre per le loro lezioni individuali brani di propria scelta, anche non attinenti l’argomento principale del corso.

Marco Rosa Salva ha studiato flauto dolce con Aldo Bova a Venezia e con Pedro Memelsdorff a Bologna, città nella quale si è inoltre laureato con una tesi in drammaturgia musicale. Ha al suo attivo una vasta attività concertistica, collaborando con molti complessi di musica medioevale, rinascimentale e barocca tra i quali Sonatori della Gioiosa Marca, Accademia di S. Rocco – Venice Baroque Orchestra, Cappella Ducale di Venezia, Pastime, Ensemble Antonio Draghi, Cappella della Pietà dei Turchini, L’Aura Soave, Il Complesso Barocco, Consort Veneto, I Barocchisti, Delitiae Musicae, Il Viaggio Musicale, La Venexiana, En Chordais, Cantar Lontano, esibendosi in Italia, in tutta Europa, in Turchia, negli Stati Uniti, in Messico, in Cina, in festival tra i quali Megaron Musica (Salonicco), Silk Road Festival (Hong Kong), Gubbio Arte Medievale, Festival di Sablè, Settimane musicali al Teatro Olimpico (Vicenza), St. Galler Festspiel, Tage alter Musik (Regensburg), Lufthansa Festival (Londra), Festival di Cremona, Trentomusicantica, Notti malatestiane (Rimini). Ha effettuato registrazioni per la RAI, per la ORF e per le etichette Stradivarius, Echo, Fonit Cetra, Tactus, Nuova Era, Skira, Naxos, Opus 111, Glossa. Con l’ensemble La Girometta (in veste di flautista e direttore) si occupa in particolare della ricostruzione del repertorio della musica per danza del quattrocento italiano realizzando spettacoli, masterclasses e lezioni concerto. Insegna presso la Scuola di Musica Antica di Venezia dal 1993 e dal 1998 ad ogggi ne ha assunto la direzione; tiene corsi e seminari presso Conservatori italiani ed esteri e presso Università italiane.

Informazioni complete sui costi del corso e scheda d’iscrizione disponibili a questo link.


Categories: Dance

I docenti dell’edizione 2014: Rosanna Rossoni, Canto rinascimentale e barocco

31 May 2014 - 5:39pm

Il corso è rivolto a tutte le persone interessate allo studio degli aspetti psicomotori legati all’emissione vocale e agli aspetti stilistici ed interpretativi nella musica dal Rinascimento al Barocco. Sono previste lezioni individuali e collettive: parte del corso verrà destinato allo studio dell’opera di Monteverdi; è possibile proporre brani da concordare con il docente.

Rosanna Rossoni, romana, ha studiato con Magda Laszlo e Gianni Socci. Ha iniziato la sua attività musicale nell’ambito della musica antica in piccoli ensemble vocali; dal 1985 si è dedicata al repertorio solistico come contralto. Ha collaborato con numerosi ensemble, tra i quali Musica Rara, Teatro Armonico, Florilegium Musicae; con il complesso vocale rinascimentale “Cantori di Lorenzo” di Firenze ha anche partecipato nel 1994 alle celebrazioni palestriniane sotto la direzione di Peter Phillips, direttore dei Tallis Scholars. Grazie alla sua formazione e all‘intensa attività concertistica, è divenuta uno dei riferimenti della musica antica a Roma. Ha sviluppato una profonda conoscenza della tecnica vocale e degli stili interpretativi della musica antica, con particolare riguardo al Barocco italiano e alla teoria delle diminuzioni sul madrigale. Si è anche dedicata alla musica da camera e liederistica, collaborando con Aldo Cupane, Claudio Anguillara e Alvaro Lopes-Ferreira, con i quali ha spesso proposto in concerto opere in prima esecuzione o raramente rappresentate. Nel 2003 ottiene il titolo di teacher’s training presso l’International School of Functional Voice di Boston diretto da Norma Giustiani. Nel 2012 partecipa come contralto solista e preparatrice vocale all’incisione dei “Salmi per il Vespro della Beata Vergine di Loreto” di Isabella Leonarda con il Florilegium Musicae diretto da Remo Guerrini. Parallelamente sviluppa una notevole attività didattica e master class di formazione vocale, per docenti e cantanti, sull’uso della voce attraverso la consapevolezza del corpo; collabora con diversi ensemble come preparatrice vocale sulla tecnica di emissione e sugli aspetti stilistici del Rinascimento e del Barocco. Dal 1999 è entrata a fa parte della compagnia “Dosto & Yevski” con lo pseudonimo di Donna Olimpia, svolgendo un’intensa attività teatrale con numerose tournée in Italia, Europa, Asia e Sudamerica.

Informazioni complete sui costi del corso e scheda d’iscrizione disponibili a questo link.


Categories: Dance

Los docentes de la edición 2014: Paolo Di Segni, Danzas de sociedad del siglo XIX

31 May 2014 - 9:51am

Paris qui danse! Danse de salon
El programa del curso, abierto a los alumnos de todos los niveles, incluye el estudio de la técnica y de los pasos base de la danza del siglo XIX y la adquisición de danzas extraídas de los tratados de E. Giraudet, H. Cellarius, F.Paul.

PAOLO DI SEGNI, nacido en Suiza, iniciado a la música y a la rítmica por L. Di Segni-Jaffé (método Jacques Dalcroze), ha estudiado piano y violonchelo. Se ha especializado en danza histórica bajo la conducción de B. Sparti, F. Lancelot, S. Wynne, y ha sido miembro del Gruppo di Danza Rinascimentale de Roma; con este y otros grupos de danza antigua ha participado en numerosas giras en Italia y en el extranjero.  Se dedica a la investigación, a la reconstrucción y a la difusión de las danzas históricas, en particular la del siglo XIX. Ha atendido programas televisivos sobre la Cuadrilla para TeleMontecarlo, ha participado en Telethon ’97 y ’98, ha impartido seminarios en la Scuola di Ballo del Teatro dell’Opera de Roma, en Catania ante el baile de Sicilia y a Nápoles. Ha colaborado con la Orquesta del Teatro Petruzzelli de Bari y colabora con la Asociación Dimensione Polifonica en la realización de eventos para el Ayuntamiento de Nápoles.

Descargar reglamento y quotas del taller.


Categories: Dance

Los docentes de la edición 2014: Ilaria Sainato, Danzas europeas de los siglos XVII-XVIII

29 May 2014 - 4:19pm

Les jours amusants, dances de bal et de ballet
El curso está dirigido a los danzadores, músicos y a quien quiera conocer o profundizar en la técnica de la danza barroca. Las clases, teóricos-prácticas, incluyen calentamiento y técnica coréutica base, estudio de las coreografías (principalmente reconstruidas por la notación Beauchamp–Feuillet), notas sobre los tratados coréuticos coevos al repertorio estudiado. Una parte de las clases se centrará en las cuestiones relativas a las fuentes, la notación y el repertorio coreográfico. Durante el estudio de las coreografías se dará especial atención a la conexión e integración entre música y danza y a los problemas relacionados con la ejecución de la música para la danza. Las coreografías, elegidas por el docente según el nivel y las  necesidades de los participantes, serán extraídas de los tratados de J. Playford, R.–A. Feuillet, J. Essex, M. Gaudrau, Landrin.

Ilaria Sainato se ha graduado en la Facultad de Musicología de la Università degli studi di Pavia-Cremona, con una tesis en Filología sobre la danza italiana del siglo XV. Ha estudiado danza renacentista y barroca con Veronique Daniels, Barbara Sparti, Deda Cristina Colonna, Ana Yepes. Enseña danza renacentista en la Scuola di Musica Antica di Venezia y imparte cursos y seminarios teórico-prácticos en escuelas, instituciones y asociaciones italianas y extranjeras. Realiza espectáculos de danza de los siglos XV-XVII en colaboración con numerosos ensembles y compañías, en particular con la Girometta, se ocupa de la reconstrucción del repertorio de danza italiana de los siglos XV y XVI. Ha extendido su investigación a la reconstrucción del espectáculo teatral con música de los siglos XVII y XVIII, se ha ocupado en particular de los aspectos relacionados con el equipamiento y la gestualidad, colaborando en distintas producciones teatrales, como: Don Giovanni de W. A. Mozart, Il Ballo delle Ingrate de C. Monteverdi, La Fida Ninfa de A. Vivaldi, Atalanta Fugiens de M. Maier, Flavio Cuniberto di G. D. Partenio de que ha sido directora. Fue asistente a la dirección de: Mulier Fortis de J. B. Staut, The Fairy Queen de E. Purcell y Così fan tutte de W. A. Mozart  (dirección de Deda Cristina Colonna), Madama Butterfly y Turandot de G. Puccini (dirección de Hiroki Ihara), Rigoletto de G. Verdi (dirección de Ivan Stefanutti), Sonnambula de V.Bellini, dirección de (Stefano Vizioli). Colabora con As.Li.Co . – Teatro Sociale de Como como Directora de escena.

Descargar reglamento y quotas del taller.


Categories: Dance

The teachers of the 2014 edition: Claudia Celi,16th Century Italian Dances

29 May 2014 - 10:32am

Balli leggiadri, et amorose rime – Dances dedicated to Roman Noblewomen from the treatises by Fabritio Caroso da Sermoneta
The practical-theoretical course is open to students of any level and is coordinated with the activities of the instrumental music and ensemble music courses  in view of the realization of the students’ concert where dance will be accompanied by live music. The classes will feature the techincal study of basic steps and of choreographical reconstructions from Il Ballarino and Nobiltà di Dame.

Claudia Celi, after graduating in History of Theatre and Spectacle at Università di Roma – La Sapienza, specialized in early dance performance with internationally known teachers such as Barbara Sparti, Francine Lancelot, Shirley Wynne, Angene Feves, Cecilia Gracio Moura and Ana Yepes. Since 1982 she has taught History of Dance at the Accademia Nazionale di Danza in Rome; from 1991 to 1995 she was also deputy director of this institution. Currently she also teaches for the specialized degree in Spettacolo teatrale, cinematografico e digitale at the Università di Roma – La Sapienza and has taught Dance History at the ballet school of the Teatro dell’Opera di Roma. In 2001 she was appointed by the Italian Education, University and Research Ministry as a member of the Working Group for Dance Education with the purpose of drafting the new charters of Italian Academies and Conservatories. She has presented communications at international conferences and has collaborated with research centers and universities. She contributed articles to specialized journals, such as ChorégraphieCairon (also as a member of the editorial board), La Danza Italiana and La Nuova Rivista Musicale Italiana. Among her publications are the chapters on italian XIX century ballet for Musica in Scena – Storia dello spettacolo musicale published by UTET and several entries for the International Encycolpedia of Dance, the Dictionnaire Larousse de la Danse and the Dizionario Biografico degli Italiani. Alongside the academic activity she has continued her performing activity in the field of historical dance, that she began in 1977 with the Gruppo di Danza Rinascimentale di Roma directed by Barbara Sparti; with this group, that in 1981 was awarded the “Jia Ruskaja” prize for dance didactics and culture, she has performed in many European festivals. Within her continued activity of popularization of historical dance she attended congresses in Italy and abroad, has been a member of competition panels, has taught courses and seminars for theatres, universities, conservatories and research centers such as Fondazione Teatro Massimo di Palermo (Officina-Laboratorio delle Arti e dei Mestieri del Palcoscenico), Scuola Internazionale dell’Attore Comico (Reggio Emilia), A.N.I.D. (Associazione Nazionale Insegnanti di Danza), Conservatorio A. Casella (L’Aquila), Centro Sperimentale di Cinematografia (Roma) and has been in charge of didactic events and performance of historical dancing for the Scuola di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma and for the Accademia Nazionale di Danza. At this latter institution she regularly teaches – from the academic year 2005/06 onwards – classes in Historical Dances for Undergraduate and Graduate level students.

Info on the workshop costs and registration is available at this link.


Categories: Dance

I docenti dell’edizione 2014: Paolo Di Segni, Danze di società del secolo XIX

29 May 2014 - 9:49am


Paris qui danse! Danse de salon – Danze di Società del XIX secolo
Il programma del corso, aperto ad allievi di ogni livello, prevede lo studio della tecnica e dei passi base della danza dell’Ottocento e l’apprendimento di danze dai trattati di E. Giraudet, H. Cellarius, F. Paul.

Paolo di Segni Nato in Svizzera, avviato alla musica ed alla ritmica da L. Di Segni-Jaffé (metodo Jaques Dalcroze), ha studiato pianoforte e violoncello. Specializzatosi in danza storica sotto la guida di B. Sparti, F. Lancelot, S. Wynne, ha fatto parte del Gruppo di Danza Rinascimentale di Roma; con questo ed altri gruppi di danza antica ha partecipato a numerose tournée in Italia ed all’estero. Si dedica alla ricerca, alla ricostruzione e divulgazione delle danze storiche, in particolare dell’800. Ha curato programmi sulla Quadriglia per TeleMontecarlo, partecipato a Telethon ’97 e ’98, tenuto seminari presso la Scuola di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma, a Catania presso il Balletto di Sicilia ed a Napoli. Ha collaborato con l’Orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari e collabora con l’associazione Dimensione Polifonica alla realizzazione di eventi per il Comune di Napoli.

Informazioni complete sui costi del corso e scheda d’iscrizione disponibili a questo link.


Categories: Dance

Los docentes de la edición 2014: Claudia Celi, Danzas italianas del siglo XVI

28 May 2014 - 6:47pm

Balli leggiadri, et amorose rime – danzas para las mujeres de la nobleza romana en los tratados de Fabritio Caroso da Sermoneta
El curso teórico-práctico está abierto a los alumnos de todos los niveles y está coordinado con el trabajo de las clases de instrumentos y conjunto musical con el objetivo de realizar el ensayo-espectáculo. Las clases incluyen el estudio técnico de los pasos base y la adquisición de reconstrucciones coreográficas extraídas de Il Ballarino y Nobiltà di Dame.

Claudia Celi danzadora, graduada en la Universidad de Roma-La Sapienza en Historia del Teatro y del Espectáculo con tesis sobre la danza áulica italiana del Renacimiento, se ha especializado en danzas históricas con maestros de fama internacional, como Barbara Sparti, Francine Lancelot, Shirley Wynne, Angene Feves, Cecilia Gracio Moura y Ana Yepes. Desde 1982 es profesora de Historia de la danza en la Accademia Nazionale di Danza, de la cual ha sido Vice-directora desde 1991 a 1995. Es también profesora visitante en el Grado en Spettacolo teatrale, cinematografico e digitale de la Università di Roma-La Sapienza.  Ha impartido cursos regulares de historia de la danza en la Escuela de Danza del Teatro dell’Opera de Roma. En 2001 fue nombrada por el Ministro de Educación, Universidades e Investigación, como miembro del grupo de trabajo responsable de la elaboración de los nuevos sistemas educativos de los Conservatorios y Universidades. Ha participado en conferencias en Italia y en el extranjero y colaborado con centros de investigación y universidades. Pública en revistas especializadas entre los cuales Chorégraphie, Cairon (incluso como en calidad de redactora), La Danza Italiana y La Nuova Rivista Musicale Italiana. Entre sus publicaciones cabe destacar los capítulos sobre la danza clásica en Italia en Musica in Scena – Storia dello spettacolo musicale editada por UTET y numerosas voces de la International Encyclopedia of Dance, del Dictionnaire Larousse de la Danse y del Dizionario Biografico degli Italiani. Paralelamente a la actividad académica, continúa la actividad artística en el ámbito de las danzas históricas, iniciada en 1977 con el Gruppo di Danza Rinascimentale di Roma, dirigido por Barbara Sparti, grupo que en 1981 fue galardonado con el premio “Jia Ruskaja” para la didáctica y la cultura coreica. Con este y otros grupos ha participado en reseñas y festivales italianos e internacionales. En el ambito de una continua actividad de transmisión de la danza histórica ha participado en congresos en Italia y al extranjero, en jurados de concurso;  ha enseñado en teatros, universidades, conservatorios y centros de investigación entre los cuales la Fondazione Teatro Massimo di Palermo (Officina-Laboratorio delle Arti e dei Mestieri del Palcoscenico), la Scuola Internazionale dell’Attore Comico (Reggio Emilia), la A.N.I.D. (Associazione Nazionale Insegnanti di Danza), el Conservatorio A. Casella (L’Aquila) y el Centro Sperimentale di Cinematografia (Roma). Ha sido encargada de la coreografía de varias producciones teatrales, televisivas y cinematográficas y ha cuidado manifestaciones didácticas de danza histórica en la Scuola di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma y en la Accademia Nazionale di Danza, institución en la que imparte desde el año académico 2005/06 los cursos de Danzas Históricas para los Bienios y Trienios.

Reglamento y quotas del taller


Categories: Dance

I docenti dell’edizione 2014: Ilaria Sainato, Danze nell’Europa del XVII e XVIII secolo

28 May 2014 - 6:29pm


Les jours amusants, dances de bal et de ballet – Danze europee dei secoli XVII-XVIII 
Il corso è rivolto a danzatori, musicisti e a chiunque abbia interesse a conoscere o approfondire la tecnica della danza barocca. Le lezioni, teorico-pratiche, prevedono riscaldamento e tecnica coreutica di base, studio delle coreografie (ricostruite principalmente dalla notazione Beauchamp–Feuillet), cenni sulla trattatistica coreutica coeva al repertorio studiato. Una parte delle lezioni sarà dedicata ad approfondire questioni riguardanti le fonti, la notazione, il repertorio coreografico. Durante lo studio delle coreografie, particolare attenzione sarà rivolta alla connessione e integrazione musica-danza e alle problematiche legate all’esecuzione della musica per danza. Le coreografie, che saranno scelte dall’insegnante a seconda del livello e alle esigenze dei partecipanti al corso, saranno tratte dai trattati di J. Playford, R.–A. Feuillet, J. Essex, M. Gaudrau, Landrin.

Ilaria Sainato si è laureata presso la Facoltà di Musicologia dell’Università degli studi di Pavia-Cremona, con una tesi in filologia sulla danza italiana del Quattrocento. Ha studiato danza rinascimentale e danza barocca con Veronique Daniels, Barbara Sparti, Deda Cristina Colonna, Ana Yepes. Insegna danza rinascimentale presso la Scuola di Musica Antica di Venezia e tiene corsi e seminari teorico-pratici presso scuole, istituzioni e associazioni italiane e straniere. Realizza spettacoli sulla danza d ei secoli XV-XVII in collaborazione con numerosi ensembles e compagnie, in particolare con La Girometta, si occupa della ricostruzione del repertorio di danza italiana del Quattrocento e Cinquecento dalle fonti trattatistiche e dalle loro concordanze musicali. Ha esteso la sua ricerca ai problemi di ricostruzione dello spettacolo teatrale con musica nei secoli XVII e XVIII, in particolare per quanto riguarda allestimento e gestualità, collaborando a diverse produzioni teatrali, tra le quali: Don Giovanni di W. A. Mozart, Il Ballo delle Ingrate di C. Monteverdi, La Fida Ninfa di A. Vivaldi, Atalanta Fugiens di M. Maier, Flavio Cuniberto di G. D. Partenio di cui ha curato la regia. E’ stata assistente alla regia per: Mulier Fortis di J. B. Staut, The Fairy Queen di E. Purcell e Così fan tutte di W. A. Mozart per la regia di Deda Cristina Colonna, Madama Butterfly e Turandot di G. Puccini, regia di Hiroki Ihara, Rigoletto di G. Verdi, regia di Ivan Stefanutti, Sonnambula di V.Bellini, regia di Stefano Vizioli. Collabora con As.Li.Co. – Teatro Sociale di Como come Direttore di palcoscenico.

Informazioni complete sui costi del corso e scheda d’iscrizione disponibili a questo link.


Categories: Dance

I docenti dell’edizione 2014: Claudia Celi, Danze italiane del XVI secolo

27 May 2014 - 6:27pm

Balli leggiadri, et amorose rime: danze per le nobildonne romane dai trattati di Fabritio Caroso da Sermoneta
Il corso teorico-pratico è aperto ad allievi di tutti i livelli ed è coordinato con il lavoro delle classi di strumento e di musica d’insieme al fine della realizzazione del saggio-spettacolo. Le lezioni prevedono lo studio tecnico dei passi base e l’apprendimento di ricostruzioni coreografiche da Il Ballarino e Nobiltà di Dame.

Claudia Celi danzatrice, laureata all’Università di Roma – La Sapienza in Storia del Teatro e dello Spettacolo con una tesi sulla danza aulica italiana nel Rinascimento, si è specializzata in danze storiche con maestri di fama internazionale quali Barbara Sparti, Francine Lancelot, Shirley Wynne, Angene Feves, Cecilia Gracio Moura e Ana Yepes. Dal 1982 è docente di Storia della Danza presso l’Accademia Nazionale di Danza, di cui è stata vice-direttrice dal 1991 al 1995. Attualmente è anche docente presso l’Università di Roma – La Sapienza per il corso di Laurea magistrale in Spettacolo teatrale, cinematografico e digitale. Ha tenuto corsi regolari di Storia della Danza presso la Scuola di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma.  Nel 2001 è stata nominata dal Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, quale componente del Gruppo di lavoro relativo all’area della Danza per l’elaborazione dei nuovi ordinamenti didattici delle Accademie dei Conservatori. Ha partecipato a convegni in Italia e all’estero e collaborato con centri di ricerca ed Università. Pubblica su riviste specializzate fra cui Chorégraphie e Cairon (anche in qualità di redattrice), La Danza Italiana e La Nuova Rivista Musicale Italiana. Fra le sue pubblicazioni, i capitoli sul balletto in Italia nell’Ottocento per Musica in Scena – Storia dello spettacolo musicale edita dalla UTET e numerose voci per laInternational Encyclopedia of Dance, il Dictionnaire Larousse de la Danse e il Dizionario Biografico degli Italiani. Parallelamente alla attività accademica, continua l’attività artistica nel campo delle danze storiche, iniziata nel 1977 con il Gruppo di Danza Rinascimentale di Roma, diretto da Barbara Sparti, gruppo che nel 1981 è stato insignito del Premio “Jia Ruskaja” per la didattica e la cultura coreica. Con questo ed altri gruppi ha preso parte a rassegne e festival italiani e internazionali. Nell’ambito di una continuativa attività di divulgazione della danza storica ha partecipato a convegni in Italia e all’estero, fatto parte di giurie di concorsi e tenuto corsi e seminari di danza antica per teatri, università, conservatori e centri di ricerca, quali la Fondazione Teatro Massimo di Palermo (Officina-Laboratorio delle Arti e dei Mestieri del Palcoscenico), la Scuola Internazionale dell’Attore Comico (Reggio Emilia), l’A.N.I.D. (Associazione Nazionale Insegnanti di Danza), il Conservatorio A. Casella (L’Aquila), il Centro Sperimentale di Cinematografia (Roma) ed ha curato manifestazioni didattiche e saggi-spettacolo di danze storiche per la Scuola di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma e per l’Accademia Nazionale di Danza, presso la quale tiene regolarmente dall’anno accademico 2005/06 gli insegnamenti di Danze Storiche per i Trienni e i Bienni.

Informazioni complete sui costi del corso e scheda d’iscrizione disponibili a questo link.


Categories: Dance